Escursione in rosa: Monte Gorzano [2 Agosto 2015]

  • IMG_0178.jpg
  • Gorzano-in-rosa.jpg
  • DSCN7364.jpg
  • DSCN7366.jpg
  • DSCN7367.jpg
  • DSCN7369.jpg
  • DSCN7371.jpg
  • DSCN7372.jpg
  • P1050168.jpg
  • P1050169.jpg
  • P1050170.jpg
  • P1050173.jpg

“Donne e uomini in Montagna contro ogni forma di violenza”

Ciascun versante dei Monti della Laga ha caratteristiche diverse: più aspro il versante marchigiano, a dirupi e a forte pendenza quello laziale, ondulato e dolce quello abruzzese. La linea di cresta inizia nelle Marche da Monte Comunitore, poi si innalza verso la cima di Macera della Morte (2073 m), punto di confine tra Marche, Lazio ed Abruzzo e sale ancora fino ai 2458 metri del Monte Gorzano, il monte più alto della catena e vetta più alta del Lazio. Altre vette sono Cima Lepri (2445 m), Pizzo di Sevo (2419 m), al confine tra Lazio ed Abruzzo, Pizzo di Moscio (2411 m) e, infine, il più meridionale, Monte di Mezzo (2155 m). Sono presenti varie cascate di ghiaccio, anche notevoli.
[Fonte: Wikipedia]

Data
2 Agosto 2015

Dati Quota partenza Quota arrivo Quota massima Tempo a/r Disl salita
1384 m 2458 m 2458 m 7 h 1074 m
Lunghezza 12 Km
Rientro Ore 16.00

Ritrovo e partenza
07:00 sotto la torre civica di Amatrice
Si raccomanda la puntualità

Difficoltà
E ‐ percorso escursionistico

Spostamenti
Mezzo proprio fino al parcheggio del Sacro Cuore a quota 1384m

Equipaggiamento
Abbigliamento adeguato alla stagione: giacca a vento, guanti, cappello, pile, scarponi a tomaia alta, borraccia con acqua almeno 1.5lt. Divieto uso scarpette da ginnastica

Descrizione itinerario
Da Capricchia seguiamo la strada asfaltata che sale al Sacro Cuore (3 Km circa). Lasciamo l’auto sull’ampio slargo a circa 150 m dalla chiesetta con eretta la statua del Cristo (1384 m). dallo slargo seguiamo per circa 300 m la sterrata che sale nella macchia sulla dx del fosso di Selva Grande, fino al sentiero che parte a dx, chiaramente indicato. Superiamo Colle del Vento per procedere verso la sorgente di Piani Fonte (1545 m, 0:30 ore).
Poco dopo ad un bivio ben segnalato (1559 m), lasciamo il sentiero che va in piano per salire a dx nel bosco. Costeggiando il Fosso di Gorzano con ampie svolte, il sentiero risale il ripido pendio boscoso sino ad uscire sui panoramici prati, dai quali raggiungiamo lo spallone, sede dello Stazzo di Gorzano (1882 m, 1:00 ore). Pieghiamo a sud e attraversiamo diagonalmente il Fosso di Valle Conca, per raggiungere la netta cresta ovest (2041 m), ora sempre per cresta e tenendoci alla sua dx nella prima parte, per poi riportarci sul filo, continuiamo fino alla faticosa erta che ci porterà alla cima del Monte Gorzano (2458 m, 1.50 ore). Discesa per lo stesso itinerario.

L’itinerario a causa di condizioni meteo può subire variazioni o cancellazioni su decisione degli accompagnatori.
In caso di dubbi informarsi presso gli accompagnatori.

Accompagnatori
(ASE) Mariangela Piroli – t. 328.1215710
(DdE) Catia Clemente – t. 338.2282101

Per ulteriori informazioni scaricate la locandina in formato PDF
Gorzano in rosa

Gorzano in rosa
Gorzano in rosa (PDF)

Condividi

PinIt
Gianluca Gandini

About Gianluca Gandini

Ingegnere elettronico. Da quattordici anni web designer / developer, Art Director, fotografo e grafico redazionale. Di chiare ascendenze amatriciane, è socio CAI della Sezione dal 1996. Trekker e arrampicatore, i Monti della Laga sono stati palestra di allenamento e di vita.

9 thoughts on “Escursione in rosa: Monte Gorzano [2 Agosto 2015]”

  1. MATILDE ha detto:

    Vi ringrazio per l’esperienza bellissima che ci avete fatto vivere ieri, 2 agosto 2015, con l’Escursione in Rosa “Gorzano”.
    Andare in montagna accompagnati da persone come voi mette la voglia di tornare tante e tante volte: per la vostra serietà, competenza, gentilezza e organizzazione. NON CAMBIATE MAI!!! Ok?

  2. catia ha detto:

    Grazie Matilde siamo orgogliosi di essere riusciti già dalla tua prima escursione a farti apprezzare il fascino delle nostre montagne e trasmettere il modo CAI di andare in montagna con serietà, competenza, gentilezza e organizzazione.
    Spero di rivederti presto sui nostri sentieri per condividere insieme le infinite emozioni che questi monti sanno regalare.
    Dopo Pizzo di Sevo e Cima Lepri anche il Gorzano ha il suo nastro rosa.
    A presto un abbraccio a tutti i partecipanti a questa giornata sempre ricca di significati.
    Catia.

  3. butterfly ha detto:

    Grazie Matilde mi ha fatto molto piacere leggere il tuo pensiero, è stata un’escursione bellissima e comunque non “cambieremo mai”.
    Camminare e condividere la bellezza delle nostre montagne con tutti voi e trasmettervi la nostra passione mi riempie di gioia.
    Speriamo di rivederci molto presto, un caro saluto a tutti Mariangela.
    Che dite l’anno prossimo CAI ROSA Pizzo di Moscio?
    Ciao Ciao!!!!!!!!!!!!!

  4. butterfly ha detto:

    Ho dimenticato di ringraziare i nostri uomini CAI che ci hanno preparato una buonissima merenda “la panonta”.
    Ciao Mariangela

  5. condor1958 ha detto:

    lo scrittore Rudyard Kipling vissuto a cavallo tra il 1800/1900 in suo libro ha scritto: “Tutto considerato, al mondo ci sono solo due tipi di uomini: Quelli che stanno a casa e quelli che non ci stanno!” E’ stato per me un vero piacere non stare a casa e camminare insieme a voi Donne verso la cima del Monte Gorzano. Mi associo al ringraziamento di Catia per ciò che hai scritto cara Matilde, con l’augurio di condivedere ancora quelle gioie che i nostri monti ci regalano, magari come Socia del grande sodalizio CAI. Ciò che ci distingue dagli altri gruppi frequentatori dei sentieri montani, è proprio la serietà, la competenza e l’organizzazione che poniamo ad ogni escursione. Le regole non servono per imporre la nostra volontà ma per tornare a casa tutti insieme sani e salvi.
    Grazie di nuovo Donne con uno spaccato di Alda Merini: “Stupenda immacolata fortuna per tutte le culture del regno si sono aperte e tu sei diventata la regina delle nostre ombre!”
    Franco

  6. butterfly ha detto:

    Anch’io ringrazio Matilde per il suo pensiero, ti assicuro che non cambieremo mai!
    Camminare con tutti voi ed apprezzare la bellezza delle nostre montagne mi riempie ogni volta di gioia.
    Grazie anche a Franco per il suo commento ed ai nostri uomini CAI per averci preparato la merenda al nostro rientro, una “panonta” eccezionale. Grazie a Stefano Ardito che ha partecipato alla nostra escursione, la sua presenza ci ha onorato.
    Ciao a tutti ed alla prossima escursione.

  7. Cicuti Gianfranco ha detto:

    Carissimi Amici a nome mio e di Rossana desidero ringraziarvi per la meravigliosa giornata che ci avete fatto trascorrere e per le emozioni che ci avete fatto provare !! La Competenza e la professionalità dimostrate, ci fanno augurare di trascorrere insieme quanto prima ,un’altra giornata esaltante come quella appena trascorsa.
    Un abbraccio a tutti ROSSANA e Gianfranco

  8. Butterfly ha detto:

    Anch’io ringrazio Matilde per il suo pensiero, ti assicuro che non cambieremo mai!
    Camminare con tutti voi ed apprezzare la bellezza delle nostre montagne mi riempie ogni volta di gioia.
    Grazie anche a Franco per il suo commento ed ai nostri uomini CAI per averci preparato la merenda al nostro rientro, una “panonta” eccezionale.
    Grazie anche a Stefano Ardito che ha partecipato alla nostra escursione, la sua presenza ci ha onorato.
    Ciao a tutti ed alla prossima escursione.
    Mariangela

  9. butterfly ha detto:

    Anch’io ringrazio te Matilde per il tuo pensiero, ti assicuro che non cambieremo mai! Camminare con tutti voi ed apprezzare la bellezza delle nostre montagne mi riempie ogni volta di gioia. Grazie anche a Franco per il suo commento ed ai nostri Uomini CAI per averci preparato la merenda al Capraturo: una “panonta” eccezionale. Grazie a Stefano Ardito che ha partecipato alla nostra escursione, la sua presenza ci ha onorato. Ciao a tutti e arrivederci alla prossima.
    Mariangela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top