Il programma della Sezione 2017

Presentazione

Cari Soci ed Amici della Sezione,
l’anno appena concluso non ha bisogno di parole per descrivere la tragicità di quello che ha riservato alla nostra gente. Ora più di prima ognuno di noi dovrà volgere lo sguardo al futuro per dare alle nuove generazioni una speranza di rinascita per la loro terra. Tale compito, dovere per tutti coloro che hanno a cuore il destino delle nostre montagne, primi tra tutti istituzioni ed associazioni che rappresentano il nostro territorio, deve essere lo zenit, la stella polare delle loro azioni. Compito di chi vuole rimanere a vivere su questo nostro splendido angolo d’Appennino è dare il proprio contributo in maniera positiva e decisa, vivere come andare in montagna significa determinazione, ora serve questo. In montagna la presenza dell’Uomo ha garantito per secoli la salvaguardia di tutto l’ambiente non solo di quello montano, la sua assenza determinata da anni di continuo spopolamento sta mettendo in difficoltà la sicurezza idrogeologica dell’Appennino. Non possiamo e non dobbiamo sparire, il nostro presidio del territorio ora più di prima riveste un’importanza ben al di sopra di quello che l’attuale fase emergenziale post-sisma richiede.


Sta a noi e solo a noi saper trasformare la tragica situazione in cui ci siamo venuti a trovare, noi e la nostra terra, in un’opportunità, prima fra tutte quella per le nostre giovani generazioni, di essere protagonisti della rinascita della nostra comunità in armonia con l’ambiente montano, vera ricchezza della nostra terra. Chiudo sinteticamente riguardo la nuova programmazione delle attività sezionali. Nell’ottica di garantire la continuità d’azione nel solco della valorizzazione del nostro territorio montano, diventata ora strumento di ricostruzione, la Sezione ha deciso di garantire una programmazione completa. Pertanto Escursionismo, Alpinismo Giovanile, Sentieri, Tutela Ambiente Montano, Cicloescursionismo, saranno le specialità CAI presenti anche quest’anno nel programma attività. Ringrazio a tal proposito le Sezioni CAI del progetto “SALARIA CAI 150” che ci supporteranno nel 2017 in questo nostro lavoro, a dimostrazione che la definizione di Sodali- zio del CAI non è solo parole se i rapporti si basano sul rispetto e sull’amicizia.
Vi abbraccio Tutti.

Senza sogni non può esistere futuro

Il Presidente Marco Salvetta


Per tutte le informazioni dettagliate scaricate il programma completo 2017 delle attività della Sezione di Amatrice in formato PDF
Programa CAI Amatrice 2017