T2 San Martino – Cima Lepri

La seconda vetta dei Monti della Laga 2445 m Passando per la cresta del Peschio Palombo

Descrizione
L’itinerario è lungo, difficoltà EE con partenza da una quota di 1100 metri circa ed arrivo in vetta a Cima Lepri m 2445. Si consiglia un buon allenamento e per questo è poco indicata la presenza di bambini.  Arrivati con l’autovettura in località San Martino, dove troverete una antica chiesa rurale ora distrutta dal terremoto, si imbocca la strada sterrata che parte a sinistra della chiesa. Senza possibilità di errore si segue sempre la strada quando si dirige verso nord ed al primo evidente tornante, subito dopo, troverete il segnale CAI di attacco del sentiero che lascia la strada con il numero 370. Da questo punto il sentiero è ben segnalato fino alla sommità del primo tratto tra ripide roccette. Sopra di questo si prosegue su prati che potrebbero essere segnalati con qualche difficoltà ma il vostro obiettivo sarà la cresta (Peschio Palombo) ben evidente davanti a voi in alto con una base piramidale a cui dovrete accedere dalla vostra sinistra. Un grosso masso indica la sorgente Fonte Moro, poco dopo procedendo sul sentiero evidente troverete il segnale di ingresso al bosco che vi farà salire sulla sommità della “piramide” da cui il sentiero prosegue seguendo una linea di cresta che, sporgendosi verso la conca amatriciana, vi farà ammirare un panorama che spazia dal Monte Vettore al Lago di Campotosto .Vi porterà direttamente sulla cima. Da Fonte Moro alla vetta non si trovano sorgenti.

Dati tecnici

  • San Martino m 1281
  • Cima Lepri m 2445
  • Km 4,95
  • D+ 1143
  • D- 0
  • T 3,5h
  • Diff. EE

Scarica la traccia GPX e la mappa PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu