Sentiero Italia • Tappa P14 Campotosto – Amatrice

Le tappe del famoso sentiero CAI che percorrono il territorio della Laga

Descrizione

DIREZIONE NORD
Dalla piazzetta centrale di Campotosto si affronta la stradina in salita direzione nord, opportunamente segnalata che passando attraverso la parte alta del paese vi porterà con il sentiero 359 sul M.Te Cardito dove potrete ammirare un meraviglioso panorama a 360° vicino ad un piccolo rifugio. Alla fine di maggio questi luoghi diventano gli scenari di una spettacolare fioritura delle ginestre e il paesaggio si riempie di giallo.Si scende poi in direzione nordovest verso il fosso Cerruglia che costeggiato ci porterà fino alla strada SR577 dove come riferimento avremo una casa Cantoniera con un fontanile . le indicazioni poi vi porteranno a percorrere un tratto di risalita per il sentiero 362a sul colle in zona Fontusci. Da qui si incrocia il 362 e di nuovo incontrerete la strada SR577 che si dovrà attraversare e percorre per qualche decina di metri fino all’inizio del tornante. Da qui un cartello vi indicherà il sentiero 362 che scendendo per faggete e radure in zonna Serrerota e Serreripa (da qui 363) vi condurrà ad Amatrice passando per Villa San Cipriano. Un strada interna vi farà attraversare l’area del gusto e della tradizione con la presenza di 7 ristoranti e poi il viale centrale vi condurrà fino alla Casa della Montagna.

DESCRIZIONE DIREZIONE SUD Amatrice – Campotosto
Dal centro di Amatrice, all’inizio della sr577 per Campotosto si cammina quindi in direzione SE per il sentiero 300 e passando davanti al cimitero comunale finché si giunge al bivio con il sentiero n. 363 che si segue in direzione della frazione di Villa S. Cipriano (986 m). In corrispondenza della piazza del paese si erge la chiesa di Santa Maria della Torre (XV sec.). Si prosegue in direzione S-E fino al termine del paese per imboccare un tratto del vecchio sentiero ora vi porta a costeggiare la nuova area commerciale dei ristornati costruita subito dopo il terremoto del 2016 e denominata Polo del Gusto, della solidarietà e della Tradizione . Si procede poi fino alla sr577 che si percorre fino ad incontrare una mulattiera ben segnalata che sale decisamente sul lato dx dell’asfalto verso Serreripa con una via selciata delimitata da antichi muri a secco ed un bellissimo scorcio sulla catena montuosa. La via costituiva un’importante arteria di comunicazione fino al periodo tra le due guerre in quanto il territorio di Campotosto, oltre ad essere sotto la giurisdizione del Comune di Amatrice, era utilizzato per condurre le greggi verso i pascoli di alta quota e lungo di esso transitavano tutti i prodotti tipici dell’economia rurale del temp e dell’altipiano di Campotosto ancora non invaso dalle acque dell’attuale lago omonimo (lana, legna, carbone, patate, granaglie, torba, ecc.). Si continua costeggiando il versante est del colle Serreripa (1228 m) fino ad un incrocio (1221 m) per poi proseguire in lieve salita in direzione SE fino a raggiungere un caratteristico lastrico naturale che si risale fino in prossimità del colle Serrerota (1340 m). Seguendo l’evidente tracciato si arriva ad incrociare di nuovo la SR577 dove le indicazioni vi inoltreranno ella vasta area degli altopiani di Cardito dove troverete una ex Casa Cantoniera che in passato è stata utilizzata come trattoria. Nello stesso punto un bellissimo fontanile offre possibilità di rifornimento acqua. Le indicazioni successive vi porteranno lungo il sentiero 359 a risalire il fosso Cerruglia in direzione est per circa 1300 mt. fino a che inizierà la salita in campo aperto sulle praterie che vi porteranno al piccolo rifugio incustodito aperto in vetta al M.te Cardito dove potrete godere di un panorama aperto su tutta la catena dei Monti della Laga e sul Lago di Campotosto (con sfondo il massiccio del Gran Sasso) fino al Monte Terminillo. Si riparte poi per la sterrata che in direzione sud sempre per il 359 che vi porterà fino al centro di Campotosto. L’attraversamento della zona di Cardito è particolarmente suggestiva durante il periodo di fioritura delle ginestre che qui vedono la loro massima espressione nel periodo di maggio con una esplosione monocromatica dal fantastico giallo tipico di questa pianta.

Il Sentiero Italia come attraversamento dei territori colpiti dal sisma del 2016: il visitatore che volesse intraprendere il viaggio sul Sentiero Italia con scopi solidali e con l’intento di attraversare le terre devastate può ottimizzare il percorso utilizzando i sentieri di raccordo che uniscono Amatrice a Campotosto per formare quella linea ideale che unisce le terre Aquilane con l’alto Lazio di Amatrice, Accumoli e arquata. Per poi proseguire a Norcia, Visso e le terre a nord. Ci sono due possibilità di collegamento tra questi comuni di cui una più escursionistica per visitare la Valle di Selva Grande percorrendo semplicemente il sentiero 300. L’altra più diretta di circa 16 km che dal 2020 è il nuovo tratto di Sentiero Italia tappa P14 Campotosto – Amatrice attraverso i sentieri 300-363-362-389-361 (partendo da Amatrice)

Dati tecnici direzione nord

  • Partenza Campotosto m. 1420
  • Arrivo Amatrice m. 955 coord. UTM 33T 359993E 4720913N
  • Km 13,30
  • D+ 282
  • D- 718
  • T 6h
  • Diff. E

Scarica traccia Campotosto – Amatrice
Scarica traccia GPS

Scarica mappa in PDF

Visita il sito del progetto e l’intero percorso Sentiero Italia

scroll to top