A scuola con il CAI: chiusa in bellezza l’edizione 2016/2017

foto-comunicato.jpg

I ragazzi delle scuole medie sull'altopiano di Cardito. Agli 80 studenti partecipanti all'iniziativa sono stati donati scarponcini e cappellini CAI.

Si è concluso anche per l’anno 2016/2017 il progetto “A SCUOLA CON IL CAI” organizzato dalla sezione di Amatrice e l’Istituto omnicomprensivo “Capranica”. Nonostante la situazione di particolare disagio post sisma, il progetto a favore delle nuove generazioni non ha subito rallentamenti come non ha subito rallentamenti l’attività del gruppo di alpinismo giovanile sezionale. I ragazzi, guidati da accompagnatori sezionali, hanno avuto modo di percorrere i più bei sentieri bassi dei Monti della Laga: la pianura di Cardito, il Bosco di S.Egidio e tanti altri percorsi naturalisticamente ricchi di emozioni. 80 ragazzi in tutto che hanno compreso cosa vuol dire rispettare, amare, difendere la natura e frequentarla in sicurezza: a questo proposito ai giovani sono stati donati dalla sezione degli scarponcini da trekking ed un cappellino azzurro a ricordo delle giornate trascorse sui monti.

Vedere correre sul prato i ragazzi felici e spensierati ci ha ripagati di tutti gli sforzi organizzativi. Un ringraziamento particolare lo devo tributare a tutti coloro che hanno permesso la riuscita dell’iniziativa e nello specifico Paolo Plini, Pietro Casini, Chiara Casini (Catia Clementi, operatrice sezionale alpinismo giovanile) 

Momenti di grande emozione sono stati vissuti dai piccoli amatriciani ascoltando, fonendoscopio alle orecchie, la voce dell’albero. Infatti stimolati da Catia Clementi, responsabile sezionale del progetto, i ragazzi hanno avuto modo di comprendere qualcosa in più sulla flora e la fauna dei Monti della Laga.

<<Anche quest’anno, nonostante tutto, abbiamo voluto dar vita a questo progetto che reputiamo di grande importanza per la crescita culturale dei giovani – ha spiegato Catia Clementi responsabile del progetto e Operatrice Sezionale di Alpinismo Giovanilevederli correre sul prato felici e spensierati ci ha davvero ripagato di tutti gli sforzi organizzativi. Un ringraziamento particolare lo devo tributare a tutti coloro che hanno permesso la riuscita dell’iniziativa e nello specifico Paolo Plini, Pietro Casini, Chiara Casini>>. A conclusione del progetto, infine, altra sorpresa per gli studenti. Assieme alle pagelle saranno consegnate delle cartoline ricordo con immagini delle giornate trascorse con il CAI. I prossimi appuntamenti per la ripresa del progetto sono stati programmati nel mese di settembre/ottobre. Infatti con il ritorno sui banchi riprenderà anche il progetto di alternanza scuola/lavoro già sviluppato e messo in campo dalla sezione amatriciana.

Francesco Aniballi

Addetto Stampa Sezione CAI Amatrice

La stampa parla di noi

LO SCARPONE HOUSE ORGAN DEL CAI RIETINVETRINA FRONTIERA – RIETI RIETILIFE IL GIORNALE DI RIETI LAZIONAUTA

 

Condividi

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top