Borsa di Studio Andrea Tomei

Il DAFNE (Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali) dell’Università della Tuscia ha indetto un premio di laurea magistrale per ricordare Andrea Tomei, laureato in Conservazione e restauro dell’ambiente forestale e difesa del suolo, vittima ad Amatrice degli eventi sismici dell’agosto 2016.
Il premio è stato istituito su proposta del Raggruppamento Regionale delle sezioni laziali del Club Alpino Italiano e della Commissione Regionale Tutela Ambiente Montano in memoria di Andrea Tomei, socio CAI della Sezione di Amatrice, laureatosi nel corso di studio suddetto, operatore sezionale TAM.

Il premio viene assegnato dal 2018 ed è intenzione del CAI continuare a sostenere questa iniziativa in ricordo di Andrea Tomei per contribuire, con il DAFNE, a diffondere una cultura attenta all’ambiente, alla montagna e alle foreste, a sensibilizzare le nuove generazioni sull’importanza della sostenibilità delle attività forestali e a divulgare conoscenze utili per il territorio montano.

Con queste finalità il CAI ha devoluto al DAFNE i fondi per premiare una tesi di laurea magistrale in Conservazione e Restauro. Dal 2020 anche la Sezione di Amatrice ha stanziato una somma per il premio così che i fondi messi a disposizione del DAFNE siano stati sufficienti a premiare tre tesi di laurea magistrale in Conservazione e restauro dell’ambiente e delle foreste (Classe LM-73).

Premi Tomei assegnati dal 2018

Anno solare di discussione della tesi di Laurea Magistrale LM-73Anno del Bando e della assegnazione Località della cerimoniaVincitoriTitolo della Tesi
20172018DAFNE UniTus ViterboGiulia LuziatelliCaratterizzazione della necromassa delle foreste mediterranee di pianura: Castelporziano sito privilegiato di studio
20182019DAFNE UniTus ViterboChiara LudoviciTipologie di esbosco nel taglio di smantellamento a strisce: compatibilità con gli interventi di rinaturalizzazione delle piantagioni di Pino e implicazioni gestionali ed ecologiche
Bianca SipalaL’importanza della necromassa legnosa: caratterizzazione quali-quantitativa e variabilità del legno morto in relazione all’accessibilità delle faggete gestite del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise
20192020Incontro On Line da AmatriceLoredana BarbonaDifferenti livelli di meccanizzazione nel sistema di lavoro a legno corto e valutazione degli impatti al suolo e al soprassuolo
20202021Auditorium della Laga AmatriceIlaria CollepardiCaratterizzazione quali-quantitativa della necromassa legnosa in faggeta: il caso de La Rioja (ES)
Lorenzo SalvatiAlberi Monumentali nel territorio del Castelli Romani: processo di individuazione e stima dell'età
Valentina BuccellaPrecision forest harvesting: pianificazione delle operazioni di esbosco e validazione dei modelli GIS
Menu