CICLOESURSIONISMO UMITO – AMATRICE *10 giugno 2012* CAI 150° – SALARIA – 4 REGIONI SENZA CONFINI

bici.gif

scaricate le locandine in pdf.              escursione MTB 10-06-2012 Umito-Amatrice

scaricate le locandine in pdf                MTB-9 e 10 giugno 2012 S.Benedetto-Amatrice


Escursione inserita nel progetto CAI 150 – Salaria
UMITO-AMATRICE
PARTENZA
Ritrovo dei partecipanti ore 06:45 sotto la Torre Civica e partenza con mezzi propri per il Umito
DIFFICOLTA’
MC/MC+
EQUIPAGGIAMENTO
Si ricorda che è obbligatorio l’uso del casco, regolarmente allacciato, per tutta la durata dell’escursione: si ritiene necessario consigliare l’utilizzo di occhiali e guanti, di portare con sé adeguate scorte alimentari, acqua ed una giacca antivento/pioggia. Raccomandiamo di provvedere ad una preliminare revisione della mtb e di fornirsi di alcuni materiali utili per piccole eventuali riparazioni (kit forature, pompa, multiuso, falsa maglia)
PROGRAMMA E DESCRIZIONE ITINERARIO
DISLIVELLO:
1500 m c.ca
LUNGHEZZA TOTALE:
50 km c.ca
DIFFICOLTA’ TECNICA:
MC/MC+
DURATA:
9 h c.ca;
Particolari della Sala Cola D’Amatrice, Ascoli P. Si percorre la pista frangi fuoco che sale nel bosco, in pendenza costante ma sempre impegnativa sino alla fonte del Maolaro. Da qui la pendenza del tratturo si fa sempre più forte e sarà necessario in alcuni punti spingere a piedi la bici. Raggiunta la cresta la si segue sino alla sella della Macera della Morte, a quota 2000 m, dove è posizionato l’antico termine di confine tra lo stato Pontificio ed il Regno delle Due Sicilie. Dopo circa 4 ore dalla partenza, ci concediamo un meritato ma breve riposo ammirando da questo straordinario punto panoramico le creste dei Monti Sibillini ad Ovest, i Monti Gemelli a est e Pizzo di Sevo a sud. Si riprende a salire, ancora per un breve tratto, in direzione sud verso Pizzo di Sevo spingendo a tratti la bici sino a raggiungere il panoramico sentiero, a quota 2080, che traversa il versante nord di Pizzitello in direzione ovest. Giunti sulla cresta ovest, si inizia a scendere lungo il tratturo molto sconnesso con grandi ciottoli, che in breve conduce al rifugio dell’Inversaturo. Dal rifugio inizia la strada bianca che continua a scendere con traversi e tornanti verso Cossito. Si incrocia la strada asfaltata, si gira a sinistra e si attraversano in successione le piccole e graziose frazioni di Cossito e Sommati sino a giungere per piacevoli e panoramiche stradine, il nostro punto di arrivo, Amatrice. Il secondo giorno abbiamo percorso 50 km., superando un dislivello in salita di circa 1500 m. La difficoltà in salita è TC, in discesa MC, con un breve tratto BC in prossimità del rifugio dell’Inversaturo. Dopo la visita del museo, un meritato riposo con un piccolo rinfresco
L’escursione è aperta a tutti i soci CAI maggiorenni. I non soci CAI possono partecipare previa adesione da dare entro e non oltre le ore 17,00 del giorno 09-06-2012 e versamento di € 5,00 per la copertura assicurativa. Per info e prenotazioni: gioielleria “Bacigalupo” di Amatrice 0746 826468 ; Sezione CAI Amatrice 339 4731194, oppure tramite e-mail a : presidente@caiamatrice.it – segreteria@caiamatrice.it , per ulteriori informazioni consultare sito della sezione www.caiamatrice.it
(*) l’itinerario a causa di condizioni meteo/ambientali può subire variazioni su decisione dei direttori di escursione
Direttore di escursione: Referenti Sezione Ascoli Ascoli Pceno e S.Benedetto del Tronto

Condividi

PinIt

One thought on “CICLOESURSIONISMO UMITO – AMATRICE *10 giugno 2012* CAI 150° – SALARIA – 4 REGIONI SENZA CONFINI”

  1. Virginio ha detto:

    Giornata fantastica, grazie a tutti i partecipanti e al gruppo Cai di Ascoli Piceno che ci ha guidato lungo questo bellissimo tragitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top