Fausto de Stefani ed il Nepal incontrano Amatrice

Ad Amatrice, sabato 26 Ottobre, presso il Polo del Gusto, si è svolto l’incontro ravvicinato con il Nepal ed è stato  presentato il progetto solidale del celebre alpinista himalayano Fausto De Stefani. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Amatrice e dal Gruppo Regionale CAI Lazio, chiude con un messaggio positivo di accoglienza e di speranza il programma di iniziative di cultura di montagna della terza edizione di Montagne in Movimento.

De Stefani, dopo le grandi imprese che lo hanno visto protagonista, si è dedicato completamente al suo progetto di aiuto “Rarahil” a Kirtipur, una cittadina non lontana da Kathmandu, la capitale del Nepal.

220 le persone intervenute al coloratissimo evento, tra cui molti bambini della scuola ” Cirese” di Rieti che hanno svolto, grazie alle loro insegnanti, un progetto bellissimo con il CAI. Tanti i messaggi di speranza, tante le domande dei bambini, ai quali, con grande passione, le maestre stanno insegnando  a diventare piccoli e consapevoli cittadini del mondo. I bambini hanno poi consegnato al “Loro Eroe” un assegno di 810 Euro per il progetto “Rarahil”.

Non sono mancati momenti di forte emozione quando il Soccorso Alpino e Speleologico del Lazio ha ricordato la figura di Oskar Piazza, soccorritore alpino e tecnico di elisoccorso morto durante il sisma del 2015 che ha colpito il Nepal.

” La solidarietà, l’aiuto, il rispetto non hanno lingue e non hanno frontiere, sono universali e si insegnano fin da piccoli: questo il messaggio forte di un evento alpinistico fuori dagli schemi e dalle abituali convinzioni.”

Questo evento si è potuto realizzare grazie a Montura, partner tecnico di Montagne in Movimento del CAI di Amatrice, e alla disponibilità del Centro Formazione Professionale Alberghiero di Amatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu